yetipuzzle online

Lo yeti è una creatura leggendaria che fa parte della cultura e delle credenze popolari delle popolazioni locali dell'Himalaya, entrata ormai anche nell'immaginario collettivo della cultura mondiale.Conosciuto anche come abominevole uomo delle nevi, termine originato da un'errata traduzione giornalistica dell'espressione in lingua nepalese Metoh Kangmi (letteralmente " uomo -orso delle nevi"), il termine Yeti deriva invece da yeh-teh che viene tradotto come "Quella cosa là" o " Uomo delle rocce ", espressione tipica usata dagli sherpa per indicare la mitica creatura.

Già nel 1407 il bavarese Johann Schiltberger, secondo i resoconti di viaggio , avrebbe incontrato lo Yeti sulla catena degli Altai, presso i confini occidentali della Mongolia .Il primo a riferire dell' esistenza di una creatura pelosa e senza coda , simile ad un uomo , è stato R. R. Hodgson, magistrato britannico, in Nepal dal 1820 al 1843. Le prime impronte dello Yeti furono scoperte in Tibet dal maggiore L.A. Waddell nel 1889 a più di cinquemila metri di quota. Nel corso del XIX secolo, si trova qualche riferimento a questo essere semiumano anche in scritti di ufficiali inglesi residenti nella regione himalayana.

Il 22 settembre 1921, il tenente colonnello C. K. Howard-Bury, mentre stava tentando la scalata dell' Everest , percorrendo il sentiero che da Kharta porta a Lhapka-La, vide attraverso il binocolo, su un piano innevato sovrastante, una figura scura dalle sembianze vagamente umane. Quando giunse sul posto , a settemila metri, notò nella neve impronte di piedi nudi dalla forma umana. La notizia raggiunse il mondo civilizzato e diede vita al moderno mito dell'Abominevole Uomo delle Nevi.

Nel 1925, nella regione del ghiacciaio Zemu (ad un'altitudine di circa 4500 metri), N.A. Tombazi, fotografo greco della Royal Geographical Society di Londra , vide una creatura in movimento circa 300 metri più in basso . Essa scomparve prima che Tombazi potesse preparare la macchina fotografica ma, scendendo, ne rinvenne le impronte.

L'8 novembre 1951 , alle ore 16:00 in punto , mentre stavano raggiungendo il ghiacciaio Menlung sull'Himalaya, gli alpinisti inglesi Eric Shipton e Michael Ward e lo sherpa Sen Tensing, a 6000 metri, notarono una scia d'impronte molto chiare a sud ovest del passo di Melung-Tse.