fiamma - scegli un puzzle da risolvere

Fiamme diverse per diversa percentuale di ossigeno nella miscela combustibile. Sulla sinistra una mistura ricca di combustibile ma senza ossigeno premiscelato produce una fiamma gialla che diffonde fuliggine; sulla destra una fiamma prodotta da una miscela ricca di ossigeno che non produce fuliggine e il cui colore è prodotto dalla banda di emissione dei radicali molecolari ( Becco di Bunsen).]] La fiamma (dal latino flamma) è un fenomeno luminoso tipico della combustione , di cui è anche l'indice più evidente: dove c' è una fiamma, c' è una combustione in atto. Fisicamente, la luce emessa è dovuta alle molecole dei prodotti gassosi della combustione , ancora eccitate, che emettono l' energia in eccesso sotto forma di fotoni nello spettro visibile. Il movimento guizzante delle fiamme, quindi, è quello dei gas combusti, molto caldi, che sfuggono verso l'alto nell' atmosfera circostante, molto più fredda. Alcuni materiali bruciano senza mostrare fiamme visibili: in questo caso la lunghezza d' onda dei fotoni emessi dai gas non è nel campo del visibile ma nell'infrarosso o (più raramente) nell' ultravioletto . Il colore della fiamma è un ottimo indicatore della composizione chimica di una sostanza: sottoposta a spettroscopia, la luce della fiamma rivela una serie di righe spettrali caratteristiche delle molecole e degli elementi contenuti nel gas. Questo fenomeno è stato ampiamente studiato ed è da tempo parte delle procedure standard di analisi chimica qualitativa. La fiamma supera i 10000 gradi.