molto - scegli un puzzle da risolvere

Nella teoria musicale, il tempo di una composizione è il suo andamento o velocità. In gergo musicale si utilizzano frasi come "dare il tempo " , "tenere il tempo " o "essere fuori tempo ". L'indicazione del tempo è data da termini precisi ideati nel corso di storia della musica originariamente in lingua italiana, tanto che tali termini italiani sono utilizzati anche negli spartiti della maggior parte delle altre lingue. Da quando si è diffuso l'uso del metronomo, spesso alle indicazioni di andamento vengono affiancati i relativi battiti per minuto. Le indicazioni sono elencate dalla più lenta alla più rapida. Nella notazione musicale , l'indicazione di tempo , andamento o movimento è il riferimento scritto al tempo di esecuzione, riportato sopra il pentagramma e indispensabile per l'interpretazione del pezzo musicale, in quanto ne stabilisce la difficoltà e ne influenza lo stile esecutivo. Sebbene le indicazioni di tempo esistano in quasi ogni lingua parlata, le basi della musica barocca/classica portano a utilizzare spesso indicazioni in lingue europee (in particolare italiano). Tempi lenti: Larghissimo — molto, molto lento, estremamente lento, più lento di largo (≤40 bpm) Adagissimo — molto lento o estremamente lento, più lento di largo Lentissimo — molto lento o estremamente lento, non lento quanto larghissimo (≈40 bpm) Grave — lento o molto lento e solenne (≤44 bpm) Largo o Lento o Largamente o Lentamente — largamente o largo, solenne, altero, lentamente, lento o molto lento (40-48 bpm) Larghetto — piuttosto largo o un po 'largo, piuttosto lento, non lento quanto o meno lento di largo (50–66 bpm) Tenuto — sostenuto, tenuto Sostenuto — sostenuto Adagio — ad agio, largo e formale, lento o molto lento, fra largo e andante, non lento quanto largo (48-97 bpm) Adagietto — un po ' adagio , lento o piuttosto lento, fra largo e andante, meno lento di o leggermente più veloce di adagio (65–80 bpm) Andante moderato — leggermente più lento di andante (69–72 bpm) Andante — moderatamente lento, andante, moderato o molto moderato, al passo, fra largo e moderato (56–108 bpm) Andantino — moderatamente lento, andante, moderato o molto moderato, leggermente più veloce o più lento di andante, leggermente più veloce di adagio , più lento di moderato (66–83 bpm) Con moto o Mosso — mosso, con moto o con una certa velocità Marcia moderato — moderatamente, nella maniera di una marcia (83–85 bpm) Moderato — controllato, moderato, moderatamente (66-68 bpm)Tempi veloci: Rapido — rapido Veloce — con velocità, velocemente Allegretto — piuttosto veloce o moderatamente veloce, un po ' gioioso, piuttosto animato e piuttosto vivo, meno veloce di allegro, fra allegro e moderato (o 98–109 bpm) Allegro moderato — moderatamente veloce (112–124 bpm) Allegro o Allegramente — veloce, vivo, gioioso, animato e brillante, fra allegretto e vivace (84–168 bpm) Vivace — vivace e vivo, leggermente veloce o veloce, più veloce di allegro (126–144 bpm) Vivo — vivo, vivace e animato, piuttosto veloce o veloce, leggermente più vivace e animato di vivace Vivacissimo — molto veloce, vivace e animato, molto vivo, più intenso e veloce di vivace (140–150 bpm) Allegrissimo — molto veloce, molto vivo, fra presto e vivacissimo (150-167 bpm) Presto — leggermente veloce o veloce o molto veloce, molto velocemente, presto, vivo (100–208 bpm) Prestissimo — molto, molto veloce, estremamente veloce, quanto più veloce possibile, molto vivo, molto presto, più veloce di presto (> 177 bpm)Quantificatori: Poco — un po ', pocoCambiamenti di tempo : Doppio più lento — alla metà della velocità Allargando — rallentando, allargando, diventando più statico e maestoso, diventando più forte Calando — diventando più lento, diventando più leggero Ritardando — rallentando, ritardando, decelerando Rall. molto — rallentando molto Rall. o Rall o Rallentando o Lentando — rallentando, decelerando, diventando progressivamente più lento Rall.