contrasto - scegli un puzzle da risolvere

Contrasto - un parametro elettro-ottico dell' immagine che determina il rapporto tra luminanza massima e luminanza minima. Il fattore che determina la differenza tra la luminosità del punto più scuro e quello più luminoso sul display è un parametro importante. Un monitor ad alto contrasto, quando configurato per funzionare con luminosità ottimale (per lavoro d' ufficio - 150 cd / m²), presenterà un' immagine chiara, leggibile e piacevole per gli occhi . Una luminosità inferiore e allo stesso tempo un elevato contrasto consentiranno colori migliori, il nero diventerà più diversificato e profondo e il bianco manterrà una luminosità adeguata. Il contrasto dinamico è una funzione di alcuni televisori LCD e proiettori multimediali che regola costantemente la luminosità della lampada in base alla luminosità dell' immagine (luminosità media di un pixel ). Se l' immagine è completamente nera (tutti i pixel sono neri), la lampada brilla con la luminosità più bassa e se l'intera immagine è bianca (tutti i pixel ), la lampada brilla più luminosa. In altri casi, la luminosità della lampada dipende dalla luminosità media dell' immagine . Ad esempio, se la prima diapositiva è grigia (RGB: 128.128.128), la seconda diapositiva è un' immagine divisa in due parti , in cui una è grigio scuro (RGB: 64,64,64) e l'altra è grigio chiaro (RGB: 192.192.192), mentre la terza diapositiva è scacchiera in bianco e nero , colori (RGB: 0,0,0) e (RGB: 255,255,255), per ciascuna di queste immagini la luminosità della lampada sarà la stessa, perché il valore di luminosità medio di tutti i pixel è lo stesso. Tuttavia, nel caso delle diapositive: il primo tutto nero , il secondo contiene una figura nera che occupa il 25% della superficie su uno sfondo nero , il terzo contiene una figura che occupa il 50% dell' immagine , il quarto 75% e l'ultimo tutto bianco , quando si visualizzano successivamente tali diapositive, la lampada accanto a ciascuna brillare sempre più luminoso. La luminosità della lampada può essere espressa dalla formula:                        L         =         la         ⋅         P         +         B         .                 {\ displaystyle L = A \ cdot P + B,}   dove:                        L                 {\ displaystyle L}    - luminosità della lampada,                        P                 {\ displaystyle P}    - luminosità media di un pixel dell' immagine (su una scala da 0 a 255),                        la         .                 {\ displaystyle A,}                            B                 {\ displaystyle B}    - valori fissi per il modello e la modalità operativa del dispositivo,                        la         >         0                 {\ displaystyle A> 0}    e                        B         >         0.