0
0
0

nave della linea - scegli un puzzle da risolvere

Il vascello fu un tipo di nave da guerra a vela sviluppato dal galeone a partire dal XVII secolo e che divenne la principale nave da battaglia delle marine militari nel primo decennio del XVII sec. Possiamo chiaramente fissare il periodo storico (piuttosto poco studiato ma per ciò stesso interessante) nel quale i primi vascelli si affrancarono dai galeoni veri e propri in un processo di sperimentazione di nuove forme e strutture che produsse tutta una serie di ibridi intermedi fra le due tipologie di imbarcazione, testimoniati dalle numerose stampe e dipinti che ci sono pervenuti. si osservano imbarcazioni già chiaramente classificabili come vascelli ma con ancora due alberi di mezzana, galeoni con i primi alberetti di parrocchetto di bompresso e con le prime vele quadre di contromezzana (anche talora presenti su due alberi di mezzana). La poppa si evolse nei primi due decenni del '600 dalla linearità delle forme affilate e torreggianti del galeone alla complessità barocca delle gallerie del vascello del XVII sec. in cui da due a quattro file sovrapposte di ariose finestrature si aprono dietro balaustrate sempre più fastosamente e fantasiosamente decorate, intervallate da statue che,più piccole e numerose nei legni inglesi,nelle navi francesi divennero,verso la metà del secolo, enormi e pompose polene iniziarono parimenti ad appesantire lo sperone di prora dei vascelli,per manifestare la gloria e la potenza delle rispettive marine, attingendo ad un repertorio scultoreo pressoché inesauribile di figure allegoriche, zoomorfe e mitologiche, legate al nome del particolare vascello che ornavano. Immensi vascelli a tre ponti armati dalle marine più potenti del tempo (Spagna, Inghilterra e Francia) solcarono numerosi i mari del XVII sec. armati da tre file continue di pesanti cannoni riccamente ornati, anch'essi, di bronzo e di ferro, più numerosi altri pezzi di minor calibro sui casseri e i castelli. Verso la fine del XVIII secolo si ridusse l'importanza dei grandi legni da guerra a causa dei loro costi di gestione e della maggiore flessibilità d'uso della più piccola ma agile fregata. Quest'ultima però non lo rimpiazzò nell'uso operativo, poiché il vascello aveva una potenza di fuoco enormemente superiore, oltre che notevoli capacità di incassare i colpi nemici e trasportare grossi contingenti di truppe su lunghe distanze. Il vascello di linea rimase la principale nave da battaglia europea (e delle potenze mediterranee come l'impero ottomano, oltre che degli Stati Uniti d'America) fino alla comparsa delle navi corazzate a vapore.