0
0
0

Popolo africano

"Popolo nero" è un termine usato in alcuni paesi, spesso in sistemi di classificazione razziale o di appartenenza etnica, per descrivere persone che sono percepite come di pelle scura rispetto ad altre popolazioni. In quanto tale, il significato dell'espressione varia ampiamente tra e all'interno delle società e dipende in modo significativo dal contesto. Per molti altri individui, comunità e paesi, il "nero" è anche percepito come un'etichetta dispregiativa, obsoleta, riduttiva o altrimenti non rappresentativa, e di conseguenza non viene né usato né definito. Società diverse applicano criteri diversi riguardo a chi è classificato come "nero" e anche questi costrutti sociali sono cambiati nel tempo. In un certo numero di paesi, le variabili sociali influenzano la classificazione tanto quanto il colore della pelle, e i criteri sociali per "oscurità" variano. Ad esempio, nel Nord America il termine "persone di colore" non è necessariamente un indicatore del colore della pelle o dell'origine etnica, ma è invece una classificazione razziale basata sulla socialità correlata all'essere afro-americano, con una storia familiare tipicamente associata a schiavitù istituzionalizzata. Nel Regno Unito, "nero" era storicamente equivalente a "persona di colore", un termine generale per i popoli non europei. In Sud Africa e America Latina, le persone di razza mista generalmente non sono classificate come "nere". In altre regioni come l'Australasia, i coloni hanno applicato il termine "nero" o è stato utilizzato da popolazioni locali con storie diverse e background ancestrali.